Palazzo delle Meraviglie

Uno dei primissimi ad essere edificati (da principio per soli 3 piani) sull’area scaturita dall’ampliamento murario del 1490. Il nome d’arte deriva non solo dalla sua bellezza (ed in particolare da quella delle due inferriate site al piano terra) ma anche dalla sua logica. Cinque piani da sottoterra a cielo, con 5 stanze per piano; tre lati totalmente liberi (su via del Corso, su via del teatro e su via San Pietro) incernierati su una scalinata monumentale, cui trasmettono luce a

salire. Il tutto, in perfetta autonomia. L’uscita sull’altana (“d’in su la cima”), con il panorama “da dentro” su uno dei borghi più belli d’Italia, lo rende, con licenza, inimitabile. A detta di molti grandi ospiti il soggiorno a Palazzo delle Meraviglie, insieme ad un aperitivo nella cisterna o a una cena con musica nel giardino d’estate dei Tigli, è un’esperienza che vale la pena di fare e di ripetere.

corinaldo-45
2
3
meraviglie-4
meraviglie-1
meraviglie-2
meraviglie-3
Camere piano terra, ingresso principale in Via del Corso, 64

Alessia

  appena entrati sulla destra, prima porta

201

  in fondo al corridoio, dopo i gradini, vicino all’ascensore

Camere piano terra, ingresso in Via San Pietro, 3

Silvia

  porta vetrata

Camere al 2° piano

Scudiere

  a fianco dell’ascensore

Bello sguardo

  di fronte all’ascensore, con cucina

Suite Ducale

  porta a destra in ferro

205

  Suite Ducale, porta a sinistra

Camere in mansarda

Suite Sartini

  (la soffitta di Oddo), con cucina

Alessio

  (la soffitta di Romano), con cucina e terrazzo